venerdì 6 novembre 2020

I cartoni dimenticati (5) - Microsuperman

Dopo più di un anno tornano i "cartoni dimenticati" e stavolta parlerò di un anime, forse non proprio sconosciuto, ma che non è stato replicato molto e che forse in pochi ricorederanno.
Sto parlando de "Microsuperman", (Mikuroido Esu) prodotto dalla Toei Animation, in collaborazione con la NET (network giapponese che ha trasmesso diversi anime e cartoons statunitensi), nel 1973.




La serie è composta da 26 episodi e si basa sul manga "Mikroid Z" di Osamu Tezuka, che se non lo sapete è solo uno dei più grandi fumettisti di sempre (giapponese e non), autore di roba tipo "Kimba, il leone bianco", "Astro Boy", "La principessa Zaffiro" e "I bon bon magici di Lilly".



"Microsuperman" è un anime di genere fantasy e racconta dei Gidoroni, una razza di insetti senzienti, che a causa di una contaminazione radioattiva hanno un'organizzazione e una tecnologia tali da riuscire a minacciare l'umanità intera. Grazie proprio alla loro avanzata tecnologia, i Gidoroni riescono a trasformare gli esseri umani in androidi insettiformi al loro servizio. Tra i primi a essere trasformati ci sono Yanma (con ali da libellula), la bella Akeba (dalle ali di farfalla) e il piccolo Mamesu (con le ali da maggiolino); tutti e tre dotati di straordinari poteri. Ad aiutare i nostri eroi ci sono  uno scienziato e il suo nipote, gli unici a sapere della loro esistenza.


L'anime è andato in onda per la prima volta in Giappone tra l'aprile e l'ottobre 1973 con il titolo Mikroid S (anzichè Mikroid Z, come il manga) per via della sponsorizzazione della Seiko.In Italia invece è stato trasmesso per la prima volta da Italia 1 nel 1982, e poi in alcune reti locali per poi sparire quasi del tutto.

La sigla italiana è di Nico Fidenco che canta assieme a Guendalina Colarossi e il piccolo coro di Torre Spaccata e pubblicato su 45 della Fonit Cetra assieme alla sigla de "Hela Supergirl"

Fonti Wikipedia e Buscafriends


9 commenti:

  1. Nel 1982 in Italia, tre anni dopo sono nato e non c'erano più..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà mi hanno raccontato che in qualche rete privata, l'hanno replicato circa una decina d'anni fa...

      Elimina
  2. Caspita io credo di non averlo mai visto, strano ... e peccato anche!

    RispondiElimina
  3. In effetti è un'opera che davvero non si è più vista... se non sbaglio, nemmeno nei canali "cult" che riproponevano animazione vecchio stile.
    Peccato.
    Vedete perché penso sia necessario un canale dedicato?^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io sono d'accordo con te...So che su Sky c'è qualcosa, ma sarebbe bello averlo sul digitale terrestre...

      Elimina
  4. Assolutamente dimenticato...mai visto, quando ho iniziato a guardare la tv era evidentemente sparito. Ed è un peccato perché la trama mi sembra interessante, qualcosa di diverso.

    RispondiElimina
  5. Non ricordo di che anno sei, ma in qualche rete privata l'hanno replicato non moltissimo tempo fa. Avendo fortuna forse prima o poi da qualche parte lo si ritrova...

    RispondiElimina
  6. Lo ricordo, andava in onda mescolato a roba avventurosa di Hanna & Barbera tipo Gli Erculoidi, Space Ghost, Gli Impossibili, ... Oggi sarebbero perfetti in un contenitore di anime vintage, tipo Supergulp.
    Ignoravo invece la genesi dei tre protagonisti, credevo fossero stati miniaturizzati apposta per combattere gli insetti cattivi.

    Osamu Tezuka è stato uno dei più importanti e influenti fumettisti e animatori di sempre, purtroppo questa è una delle sue opere minori rispetto a Kimba e Astro Boy.

    RispondiElimina