venerdì 25 maggio 2018

La prima volta non si scorda mai

Ah...la prima volta, tutti abbiamo avuto una prima volta e non sto parlando per forza di sesso (quella la tengo per me e il mio personalissimo imbarazzo), ma posso raccontare di tante altre prime volte...Se poi volete potete accodarvi e dirmi le vostre, come in un tag, solo che io non taggherò nessuno.
Ora cominciamo:

Il mio primo libro: Beh immagino di aver letto qualche libro per bambini (anche se già a due anni sfogliavo, fingendo di leggerli, libri "normali", - ci sono foto a testimoniarlo -), di quelli grandi pieni di figure e con poche parole scritte in caratteri enormi, ma il primo vero libro, che ricordo di aver letto completamente è stato "Cuore" di De Amicis. Avevo circa 9/10 anni e fu una lettura che amai subito.




La mia prima gita scolastica: Anche qui ce ne sarebbero molte, ma se escludiamo tutte quelle di una sola giornata (Verona, Trieste, Foci del Po', Il Museo dell'Aria...), la prima gita in cui abbiamo passato la notte fuori è stata a Siena e al Parco dell'Uccellina (in Maremma), in seconda media. E' stato un mezzo disastro; nel senso che io mi ero portato un'unico borsone, sia per i vestiti che per la roba da mangiare, quando tutti gli altri ne avevano giustamente uno per i viveri e uno per i cambi di vestiario...mi sono dovuto scorrazzare di giro un borsone più grande di me, salvo poi essere aiutato da uno dei professori che si era intenerito nel vedermi piegato sotto il peso di tanta roba. I miei compagni mi presero un bel po' in giro...Però alla fine mi divertii, se non altro perché era la prima notte che passavo lontano da casa, senza genitori o altri parenti...

Il mio primo cd: Come altri strumenti tecnologici, anche il lettore per cd, arrivo in casa nostra relativamente tardi; passai così dallo stereo portatile a cassette (per lo più doppiate) ad un compatto Aiwa (se non ricordo male) e quando lo portammo a casa, mio fratello mi lasciò scegliere il primo cd che per qualche tempo, fu l'unico a girare nel lettore. Si trattava di "Live Magic" dei Queen. Bello, per carità,  adoravo già i Queen, ma certamente non il miglior album della band di Freddie Mercury. Però al momento ne ero entusiasta.

La prima volta al cinema: I miei genitori, pur amando i film, non erano degli appassionati di cinema; inoltre economicamente non eravamo proprio benestanti e portare al cinema due bambini è sempre stato costoso, per cui per tutta l'infanzia andammo a vedere solo uno o due film. Però il primo fu un gran bel film: "E.T. - L'extraterrestre"; avevo circa sette anni e mi divertii molto. Mio fratello un po' meno dato che si spaventò da morire assieme a Drew Barrymore, quando questa scopre il piccolo alieno in camera di Elliot



La prima volta al cinema con gli amici: Qui ho qualche dubbio, ma dopo un'attenta e ponderata riflessione, la scelta ricade tra due film, usciti nel 1988, nessuno dei due memorabile, ma da appassionato di cinema uno di questi è una macchia che mi porterò per sempre addosso: "Mia moglie è una bestia". Non so nemmeno perché accettai di andare a vedere questo filmaccio....certo dovevo ancora formare i miei gusti, ma quella volta caddi veramente in basso...
L'alternativa è che il primo film sia stato "Rambo III", anche in questo caso non un film memorabile, anzi, ma per lo meno sarebbe stato meno osceno della pellicola di Boldi.

La prima volta in aereo: E' stato quando sono andato a trovare i miei parenti in Francia, vicino a Parigi, nel 2003 se non sbaglio. Sinceramente non ho molti ricordi di quel viaggio in aereo, il che è strano se si considerano tutte le mie stupide paure (sarò in grado di trovare il gate giusto? E se non trovo più la valigia?...) e che ero praticamente da solo. Sicuramente ero emozionato, ma più di questo non ricordo.

Il mio primo dvd: Anche questo arrivò molto tempo prima che avessi il lettore, per cui lo guardai e riguardai al pc, un po' come faccio ora del resto, dato che i film me li guardo al lavoro, ma tornando a noi, il titolo in questione è "Un lupo mannaro americano a Londra". Dopo di che ne arrivarono molti altri, fino ad arrivare al migliaio di dvd che ho ora (ma fosse per me sarebbero molti di più).




La prima volta allo stadio: Di quell'occasione, ne ho già parlato ampiamente QUI. Fu per il derby di serie B, Padova-Venezia: naturalmente io ero tra i tifosi biancoscudati...

La prima volta all'estero: Escludendo, naturalmente, quando andammo a San Marino o in Vaticano, la prima volta che uscii dall'Italia, fu quando, con la scuola facemmo lo scambio culturale con dei ragazzi francesi. Fu molto emozionante perché per buona parte della giornata, ognuno di noi era da solo con la famiglia che lo ospitava e dovevamo per forza comunicare in francese. Ricordo che nonostante qualche difficoltà alla fine me la cavai più che egregiamente. Anche il viaggio fu qualcosa di allucinante, dato che la scuola con cui facemmo lo scambio era a Brest, sulla punta estrema della Bretagna e noi ci arrivammo in due giorni di autobus...

La mia prima birra: Ho qualche vago ricordo di una bella e schiumosa bionda ad un tavolo della pizzeria "La Lanterna", dove si andava sempre per le cene delle medie, ma dubito che a quell'età avessi già iniziato a bere birra. Probabilmente è stato qualche anno più tardi, in una delle domeniche sera che concludevano il weekend della nostra compagnia...Anche perché una volta non mi piaceva la birra, avendo assaggiato solo quella in lattina da supermercato. Poi però mi capitò di assaporarne una uscita fresca da una spina e lì il gusto fu tutta un'altra cosa...ancora meglio andò quando scoprii la birra rossa...



Il mio primo concerto: Non ricordo in che anno fu, ma sicuramente fu un concerto di Francesco De Gregori a Treviso. Ci andai con mio cugino e arrivammo li abbastanza presto, con la speranza di riuscire a intercettare il Principe al suo arrivo, prima che entrasse al Palasport; ci andò male, ma poi trovammo posto sul parterre quasi in prima fila e ci divertimmo un sacco.

La prima vacanza da solo: Ufficialmente sarebbe quella volta che andai a trovare i parenti in Francia, ma anche se mi divertii e vidi cose molto interessanti, comunque ero in famiglia e la sera, essendo loro non più giovanissimi, la passavamo in casa a guardare la tv. Per cui la prima vera vacanza da solo fu quando nel 2007 andai  trovare la mia amica Claudia a La Spezia.
Con Claudia ci eravamo conosciuti in un forum di cinema e dopo molte chiacchiere in chat, nacque una bella amicizia. Non avendo nulla in programma per quell'estate mi organizzai per andarla a trovare. Ho passato una bellissima settimana, in giro per il levante ligure a visitare bei luoghi e in magnifica compagnia (ah per se ve lo chiedeste, no, non c'è stato nulla tra me e la mia ospite).

Il primo giorno di scuola: Anche qui i ricordi sono molto vaghi, ricordo la classe in fondo al corridoio e che probabilmente arrivai con un po' di ritardo, ricordo tutte queste facce nuove, che in parte mi spaventavano e in parte incuriosivano. Ricordo la cartella blu in cartone, il grembiule nero con il fiocco azzurro...Ma poi non ricordo altro, ormai è passato troppo tempo...


Per chi volesse saperlo, io sono il terzo da destra seduto in prima fila

Come dicevo se il post piace e qualcuno volesse prendere spunto per raccontare le sue prime volte, che possono essere altre da quelle che ho messo io, ben venga; tuttavia io non nominerò nessuno, ma starò qui a osservarvi...

20 commenti:

  1. Ricordo tutte queste prime volte. Manca la più importante, però.. 😜
    Complimenti per il blog. Ti seguivo su g+, ma adesso mi sono iscritta ai lettori fissi per essere certa di non perdermi gli aggiornamenti.
    Passa a trovarmi se ti va.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti e per essere entrata tra i lettori fissi...Appena possibile passo a leggere il tuo blog. Per quanto riguarda la prima volta più importante...beh come dicevo è una cosa che terrò per me il mio imbarazzo...

      Elimina
  2. Interessante questo tag! Il mio primo libro..potrebbe essere stato "Cuore". Uso il condizionale perché mi riferisco a libri di narrativa: il mio primo libro è stato un altro e...lo racconterò.

    Ho letto della tua prima partita: che anno era? Perché poi sei tornato per la promozione del Padova, quindi campionato 1994-95 (al termine Padova promosso in serie A).

    Comunque ci sono tre prime volte, tra quelle che hai menzionato, che io non ho mai fatto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quali sono le tre che non hai fatto?

      Se non sbaglio l'anno della partita era il 1991 o il 1992...

      Elimina
  3. Mi piace davvero tanto questo tag :)
    Rimanendo in temi più legati al mio blog, le mie prime volte sono state al cinema con Biancaneve e i sette nani mentre purtroppo non ricordo la mia prima volta da sola, senza genitori. Siccome l'ultimo film che ho visto con mia madre è stato Jurassic Park direi qualche pellicola uscita l'anno dopo. Il primo DVD è stato Splatters - gli schizzacervelli mentre la prima VHS una raccolta dei Looney Tunes!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che ti sia piaciuto il tag, se vorrai farlo verrò volentieri a leggerlo...

      Elimina
  4. Beh, mi sa che lo faccio anche io! Però vorrei trovare qualche foto, prima... vedremo, vedremo :)
    Bellissimo aver visto ET come primo film, mentre... io non ho una prima volta allo stadio!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, attendo la tua risposta impazientemente :)

      Elimina
  5. Bellissimo tag, comunque anch'io dovrei trovare alcune foto prima di farlo, in ogni caso il tuo primo libro è incredibilmente anche uno dei miei primi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh credo che "Cuore" sia tra le prime letture di molti ragazzini...almeno di quelli della mia età...
      Aspetto presto la tua risposta :)

      Elimina
  6. Anch'io ho fatto l'esperienza del viaggio in Francia con lo scambio di classe, io sono cascato meglio perché eravamo vicini S.Etienne, comunque stessa cosa tua, ospitato in famiglia senza quasi sapere la lingua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No...io la lingua la conoscevo abbastanza...magari non perfettamente, ma dopo otto anni di francese (3 di medie e cinque di superiori) me la cavicchiavo abbastanza...E' stata però la prima volta che dovevo metterlo in pratica e direi di essere stato molto soddisfatto...

      Elimina
  7. Io confesso che alcune ormai non me le ricordo proprio.

    RispondiElimina
  8. Ciao .
    Sei veneto anche te?
    Io sono della provincia di Venezia.
    S..M di Sala.
    1) in biblioteca -La figlia del capitano -di non so chi.
    Poi di King Le notti di Salem
    2) forse sul lago di Misurina , non ricordo.
    3) anch’io passai dal vinile e cassette poi al Cd ma la prima volta è stata una delusione forse per colpa del lettore o perché i primi cd non “avevano i bassi” .
    Nude dei Dead or alive
    Fantasia di Disney ma è stato scontro tra Titani quello che ricordo con più amore.
    Forse Who that girl con Madonna.
    In Aereo con la mia ragazza in Francia.
    Non ricordo il primo dvd ne ho tanti anch’io.’
    Forse Hellraiser Bho?
    Stadio l’unica volta a Padova anch’io, un amichevole contro la Juve , c’era Zoff in porta.
    Ero bambino.
    Prima volta all’estero vedi sopra.
    Prima birra Bho?
    Primo concerto : gratis ci han fatto asciugare le sedie perché prima aveva piovuto a noi ragazzini del paese e ci siam visti Marcella Bella in concerto nella villa comunale del mio paese.
    Che culo!
    Prima vacanza a Riccione in campeggio.
    Primo giorno di scuola ricordo solo che ho pianto tanto perché mi separarono dalla mia amica vicina di casa , mettendoci in sezioni diverse.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora siamo vicini...io abito a Vigonza, ma sto cercando di trasferirmi a Bologna, dove abitano la mia compagna e le mie bimbe...
      King, come forse avrai notato, è il mio scrittore preferito e le Notti di Salem è un romanzo che ho amato molto.
      Niente male anche le tue prime volte...;)

      Elimina
  9. Allora ti auguro di riuscirci il prima possibile di andare a Bologna.
    Non sono un grande lettore di libri purtroppo.
    Poco tempo anche se a volte è una scusa.
    Però ho letto un tuo racconto qua sul blog.
    Quello che fa parte di una serie dedicata ai colori.
    Ho letto Rosso , m’e piaciuto.
    Bravo!
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio...Sia per gli auguri che per aver apprezzato il mio racconto. Anch'io ultimamente ho rallentato di molto le mie letture...ma spero di riprendere quanto prima...

      Elimina
  10. Ma che patatino che eri da piccolo! :) No vabbhe, ma la vostra scuola faceva gli scambi culturali con la Francia!?! Ma che bello, da me manco ci portavano in gita per quanto teppisti fossimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah...molti dicevano che sembravo Andreotti, ma grazie per il complimento :)
      Si, alle superiori si facevano gli scambi culturali, e credo che ancora li facciano...E' stata una bella esperienza, consigliata per approfondire la lingua e per capire diverse culture

      Elimina